Alberi per il Futuro 2019

L'immagine può contenere: spazio all'aperto, testo e naturaSabato 16 e domenica 17 novembre, torna Alberi Per Il Futuro ?
Alla 5° edizione, l’iniziativa ha consentito di piantare più di 40.000 alberi in 200 Comuni d’Italia dal 2015 ad oggi, e non abbiamo alcuna intenzione di fermarci!

In tutta Italia, cittadini e volontari di tutte le età, senza simboli di partito nè bandiere, si incontreranno per una giornata di festa e per mettere a dimora centinaia di alberi nelle Città in cui vivono.

Domenica 17 novembre dalle ore 10:30, anche a Lecce il consigliere Arturo Baglivo con il parlamentare Michele Nitti e i consiglieri regionali Antonio Trevisi e Cristian Casili insieme a tanti attivisti e cittadini volenterosi parteciperà alla piantumazione di 84 alberi nel parco Baden Powell (il parco retrostante l’hotel Zenith).
Appuntamento in Via Ferrando Nicolò per trascorrere una bella giornata e per rendere la nostra Lecce ancora più bella e verde.

Ps: in caso di maltempo, l’iniziativa si intende posticipata alla domenica successiva.

Alberi per il futuro 2019: saranno piantati oltre 15.000 alberi in 89 Comuni.

L'immagine può contenere: albero, spazio all'aperto, testo e naturaPer il quinto anno consecutivo, torna “Alberi per il futuro” l’iniziativa di piantumazione partecipata di alberi promossa dal 2015 dal MoVimento 5 Stelle in collaborazione con l’ Associazione Gianroberto Casaleggio.

L’iniziativa si svolge nelle giornate di sabato 16 e domenica 17 Novembre, o nei week end successivi in caso di maltempo.

L’iniziativa si svolge senza bandiere o simboli politici con il supporto di associazioni locali e delle amministrazioni locali di ogni colore politico perché piantare gli alberi è un gesto rivoluzionario che da benefici a tutti.

Mettere a dimora alberi e arbusti in aree urbane, contribuisce a creare una risorsa di cui abbiamo urgente ed estrema necessità: i boschi sono opere di mitigazione ambientale indispensabili per combattere i cambiamenti climatici. Gli alberi modificano positivamente l’ambiente in cui viviamo, migliorando la qualità dell’aria, aumentando la resilienza del territorio ad eventi atmosferici e idrogeologici, costituendo habitat utilissimi per diminuire l’impatto antropico.
La riforestazione urbana è una tra le principali misure sostenute dal M5S per contrastare l’inquinamento e i cambiamenti climatici. Infatti, nel Decreto Clima il Ministro, Sergio Costa, ha stanziato 30 milioni di euro per questo tipo di interventi.

Sul sito www.movimento5stelle.it/alberiperilfuturo, si trova la mappa interattiva di tutti gli eventi Città per Città!

Ti aspettiamo perché… “?? ??????? ???????? ??? ???????? ?? ?????? ?̀ ????’???? ??. ?? ??????? ??????? ???????? ?̀ ??????.”
(Confucio)

Giornata nazionale dell’albero: le nostre proposte

albero1Molti Comuni hanno celebrato la giornata nazionale dell’albero ma la verità è che tutt’oggi non abbiamo raggiunto una reale valorizzazione del patrimonio arboreo vanno promosse politiche di riduzione delle emissioni, di prevenzione del dissesto idrogeologico e di protezione del suolo ma manca un concreto impegno del Governo in questa direzione.

Esiste una legge degli anni ‘90 che impone la piantumazione di un albero per ogni nuovo nato e un resoconto sullo stato del verde pubblico urbano, ma molte amministrazioni la ignorano non essendo previste sanzioni o controlli! Già da tempo ho presentato un’interrogazione in Parlamento per verificare se i nostri Comuni rispettino questi obblighi su cui dovrebbe vigilare con maggiore effettività e trasparenza il Comitato per lo sviluppo del verde pubblico ma non ho ricevuto alcuna risposta. Ho anche presentato una proposta di legge per migliorare la normativa esistente in modo da poterla applicare realmente con incentivi e poteri sostitutivi per attuarla.

piantare_alberi_nuovi_natiSono consapevole che spesso i Comuni sono in difficoltà per la scarsità delle risorse di cui dispone e i limiti imposti dal patto di stabilità, per questo ho proposto nella legge di bilancio di incentivare quei Comuni che provvedano a piantare un albero nel territorio comunale dopo ogni nuova nascita.

Inoltre due mesi prima della scadenza naturale del mandato,  il  sindaco ha l’obbligo di rendere noto il bilancio arboreo del proprio comune, indicando il numero degli alberi piantati e lo stato della manutenzione  delle  aree  verdi. La situazione per il verde pubblico a Taranto e a Lecce è disastrosa! E i sindaci sono senza dubbio bocciati! A Taranto non basta approvare un regolamento comunale se poi non lo si attua. Lecce ha avuto addirittura la bocciatura ministeriale per le percentuali bassissime di verde urbano sulle superfici comunali e di verde urbano pro capite!

Dov’è il bilancio arboreo del Comune per consentire ai cittadini una forma diffusa di controllo?

11130454_440302779480047_6170700606087471943_oNoi abbiamo una visione politica chiara di sostegno allo sviluppo del verde pubblico urbano per noi la priorità è quella di promuovere e tutelare l’ecosistema, la biodiversità e le specie arboree, anche per garantire l’equilibrio tra comunità umana e ambiente naturale favorendo l’adozione dei comportamenti ecosostenibili sia dei cittadini che degli amministratori pubblici.