Trasporti Puglia: Obiettivi condivisi per raggiungere il bene comune.

Share Button

Condivido la rabbia e l’indignazione e per questo occorre individuare quali siano le cause, le responsabilità e soprattutto gli obiettivi da raggiungere. L’appello ad una discussione seria e ragionata si scontra con la propaganda di molti. Ho da tempo criticato proposte non realizzabili e proposto delle alternative credibili!

Le colpe sono dei partiti che hanno governato fino ad ora. Hanno utilizzato i trasporti pubblici come poltronificio per amici e parenti e non hanno vigilato sui servizi, distruggendo il servizio universale: la vicenda di Ferrovie Sud Est è l’ennesima dimostrazione, come anche la soppressione degli intercity, la mancanza di un servizio di trasporto pubblico regionale efficiente e il monopolio di fatto di Ryanair. E adesso, per mera campagna elettorale, si lanciano in proposte campanilistiche e non sostenibili economicamente, destinate sempre a fallire come dimostra il fallimento della sperimentazione del Frecciarossa fino a Lecce.

La politica e le istituzioni devono lavorare con obiettivi condivisi per migliorare servizi pubblici e infrastrutture, riconoscendo le priorità. Per questo da anni proponiamo l’iniziativa al “Mare in Treno”, il raddoppio della tratta ferroviaria Termoli-Lesina, il trasporto pubblico locale gratuito, l’aumento delle risorse economiche per il fondo nazionale sul trasporto pubblico locale, la chiusura dei passaggi a livello, l’elettrificazione delle linee ferroviarie secondarie, il miglioramento degli standard con integrazione tariffaria e modale, la sicurezza ferroviaria, il collegamento diretto con la ferrovia e gli aeroporti, solo per fare alcuni esempi. Proposte indispensabili e realizzabili  per il bene del territorio.

Share Button