Vi presentiamo il nostro progetto “Italia 5.0 – Muovere cose, persone e dati”

🔴 LIVE sulla pagina dell’Associazione Rousseau, siamo pronti a spiegarvi gli obiettivi del progetto “Italia 5.0 – Muovere cose, persone e dati” per il tema Infrastrutture e Trasporti e a rispondere alle vostre domande, insieme al candidato facilitatore per il Team Del Futuro del M5S, Andrea Cioffi.

🕢 Avete tempo fino alle 15:00 di domani per sostenere il nostro team e votare su Rousseau!

SEGUI LA DIRETTA.

Vi presentiamo i candidati al #TeamDelFuturo e i loro progetti! Vai su Rousseau e vota il tuo progetto preferito per ciascuna delle 12 aree tematiche, i candidati vincitori saranno presentati Domenica 15 dicembre a Roma!

Publiée par Associazione Rousseau sur Vendredi 13 décembre 2019

La sicurezza stradale fondamentale tassello della nostra azione in Parlamento

Proseguono le audizioni in Commissione Trasporti, Poste e Infrastrutture sul tema della Sicurezza stradale, allo scopo di fornire al governo indirizzi specifici su come affrontare il tema.

La settimana scorsa abbiamo audito i rappresentanti della Polizia Stradale (video completo: https://webtv.camera.it/evento/15588) mentre oggi, dalle ore 14:00, audiremo i rappresentanti dell’Associazione Nazionale Comuni Italiani (ANCI), dell’ Associazione Polizia Locale D’Italia (ANVU), dell’ Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus (AIFVS) e dell’Associazione Basta Vittime Sulla Strada Statale 106 (video in diretta: https://webtv.camera.it/evento/15630).

I dati riportati nel report della polizia stradale, evidenziano una crescita dal 2018 al 2019 delle sanzioni comminate in relazione all’eccesso di velocità (+35,7%), all’utilizzo improprio del cellulare, auricolari e viva voce (+17%), al mancato uso delle cinture di sicurezza (+13,5%), al mancato uso del casco (+8,9%), alla guida in stato di ebbrezza (+1,6%).

Nel corso del 2017, il numero delle persone morte per gli incidenti stradali è cresciuto fino a 3378. L’incidentalità stradale è la prima causa di morte per le persone sotto i 40 anni. Sono numeri di una strage silenziosa, cui la nostra società sembra essersi assuefatta, che ci impongono di cambiare strategia sulla sicurezza stradale per raggiungere al più presto l’obiettivo europeo di zero vittime sulle strade.

Serve un approccio più incisivo: incrementare i controlli, utilizzare strumenti più avanzati per sanzionare coloro che mettono in atto comportamenti sconsiderati al volante ed in violazione del codice della strada e bisogna, soprattutto, continuare nell’opera costante di sensibilizzazione su queste tematiche, in funzione preventiva, agendo sul livello culturale e di educazione per una maggiore consapevolezza dei rischi, atteso che il fattore umano, il nostro comportamento, è di gran lunga quello che incide di più rispetto al contesto (infrastruttura e veicolo) tra le cause di incidentalità stradale.

Il decreto Clima è legge: per una mobilità sempre più sostenibile

L'immagine può contenere: testoSi parla da tanto tempo di sostenibilità ambientale e mobilità sostenibile. Oggi, dopo anni di slogan e tanti Governi che hanno adottato provvedimenti spesso contrari a questi temi, con il MoVimento 5 Stelle è stato finalmente approvato il 1° atto normativo che l’Italia dedica totalmente alla tutela dell’ambiente, il decreto legge contro i cambiamenti climatici.

In esso si trovano tante nuove misure per contrastare le emissioni clima-alteranti e soprattutto migliorare la qualità dell’aria. Ovviamente parte di queste incidono sui trasporti e il modo in cui ci spostiamo quotidianamente.

Le misure per incentivare la mobilità alternativa e green potranno essere attuate in tutti i Comuni italiani interessati dalle procedure di infrazione comunitaria sulla cattiva qualità dell’aria:

  • 255 milioni di euro dal 2019 al 2024 (di cui 70 milioni nel 2020) per il Programma “buoni mobilità”: i cittadini che volessero rottamare autovetture fino alla classe Euro 4 o motocicli fino alla classe euro 2 e ed euro 3 potranno ottenere buoni mobilità da 500 a 1500 euro da utilizzare entro i successivi 3 anni dalla rottamazione di un veicolo inquinante per l’acquisto di abbonamenti al trasporto pubblico regionale o locale, biciclette anche a pedalata assistita o per l’utilizzo dei servizi di mobilità condivisa a uso individuale, punto della legge per il quale mi sono battuto con forza;
  • 40 milioni di euro (nel biennio 2020-2021) per la creazione, il prolungamento, l’ammodernamento e la messa a norma di corsie preferenziali per il trasporto pubblico locale;
  • 20 milioni di euro (nel biennio 2020-2021) per la realizzazione o l’implementazione del servizio di trasporto scolastico con mezzi di trasporto ibridi o elettrici.

Lo ritengo un ottimo inizio, certamente non sufficiente a risolvere tutti i problemi della mobilità ma è sicuramente l’ennesimo passo di un cambiamento concreto verso la sostenibilità del nostro modo di abitare la Terra.

E-mobility e transizione energetica: la Rivoluzione in Movimento

Oggi sono intervenuto all’iniziativa “E-Mobility: la Rivoluzione in Movimento”, organizzata da Open Gate Italia con il sostegno di ENEL.

La mobilità sostenibile è sempre stata tra i pilastri del programma politico del M5S ed è soprattutto grazie alle battaglie che abbiamo portato avanti in Parlamento, se oggi finalmente si discute seriamente di decarbonizzazione e di sostenibilità; fino a 5 anni fa la strategia energetica nazionale prevedeva ancora un futuro con centrali a carbone e a olio combustibile, una mobilità con un forte ruolo del gas metano, ancorandoci ad una visione obsoleta guidata da grandi poteri industriali.

La transizione energetica sta prendendo piede anche in Italia: è un processo complesso e innovativo e come qualunque svolta epocale richiede lungimiranza ed equilibrio. Il tempo è ormai una risorsa scarsissima per fare le scelte giuste.

La politica, infatti, non può limitarsi ad osservare quel che succede e prenderne atto ma dare l’indirizzo, anche a volte coraggioso, supportando le aziende che investono in innovazione ed risparmio energetico, orientando la leva fiscale a favore delle attività che contribuiscono a rendere migliore la nostra qualità della vita.

Abbiamo quindi il dovere di adottare tutti i provvedimenti atti a orientare tanto le scelte industriali quanto le scelte individuali verso un futuro che sia realmente sostenibile.

Il ferrobonus, il marebonus, lo sconto pedaggi, l’ecobonus per i veicoli, i buoni mobilità, il sostegno ai Pums, alla ristrutturazione edilizia, sono tutte misure contenute nei provvedimenti degli ultimi anni che favoriscono una vera, reale svolta verde.

Abbiamo una visione completa, di breve, medio e lungo periodo, affrontiamo questi temi con consapevolezza, perché solo cosi possiamo intraprendere grandi indispensabili e urgenti cambiamenti. Talvolta ci sono perplessità e reticenze, lo comprendiamo ma non possiamo indietreggiare davanti alla sfida globale dei cambiamenti climatici che non riguarda ormai solo il domani e le future generazioni, ma sempre di più la disponibilità di risorse attuali, la quotidiana immediata qualità della nostra vita e addirittura la sopravvivenza della nostra specie su questo pianeta.

Rivedi il mio intervento

Oggi sono intervenuto all’iniziativa "E-Mobility: la Rivoluzione in Movimento", organizzata da Open Gate Italia con il sostegno di ENEL.La mobilità sostenibile è sempre stata tra i pilastri del programma politico del M5S ed è soprattutto grazie alle battaglie che abbiamo portato avanti in Parlamento, se oggi finalmente si discute seriamente di decarbonizzazione e di sostenibilità; fino a 5 anni fa la strategia energetica nazionale prevedeva ancora un futuro con centrali a carbone e a olio combustibile, una mobilità con un forte ruolo del gas metano, ancorandoci ad una visione obsoleta guidata da grandi poteri industriali.La transizione energetica sta prendendo piede anche in Italia: è un processo complesso e innovativo e come qualunque svolta epocale richiede lungimiranza ed equilibrio. Il tempo è ormai una risorsa scarsissima per fare le scelte giuste.La politica, infatti, non può limitarsi ad osservare quel che succede e prenderne atto ma dare l'indirizzo, anche a volte coraggioso, supportando le aziende che investono in innovazione ed risparmio energetico, orientando la leva fiscale a favore delle attività che contribuiscono a rendere migliore la nostra qualità della vita. Abbiamo quindi il dovere di adottare tutti i provvedimenti atti a orientare tanto le scelte industriali quanto le scelte individuali verso un futuro che sia realmente sostenibile.Il ferrobonus, il marebonus, lo sconto pedaggi, l’ecobonus per i veicoli, i buoni mobilità, il sostegno ai Pums, alla ristrutturazione edilizia, sono tutte misure contenute nei provvedimenti degli ultimi anni che favoriscono una vera, reale svolta verde.Abbiamo una visione completa, di breve, medio e lungo periodo, affrontiamo questi temi con consapevolezza, perché solo cosi possiamo intraprendere grandi indispensabili e urgenti cambiamenti. Talvolta ci sono perplessità e reticenze, lo comprendiamo ma non possiamo indietreggiare davanti alla sfida globale dei cambiamenti climatici che non riguarda ormai solo il domani e le future generazioni, ma sempre di più la disponibilità di risorse attuali, la quotidiana immediata qualità della nostra vita e addirittura la sopravvivenza della nostra specie su questo pianeta.

Publiée par Diego De Lorenzis sur Jeudi 5 décembre 2019

5 esperti per la squadra Infrastrutture e Trasporti di Andrea Cioffi

La squadra di Andrea Cioffi, candidato facilitatore per Infrastrutture e Trasporti del Team Del Futuro del M5S, si amplia con 5 esperti di altissimo profilo:L'immagine può contenere: 9 persone, persone che sorridono, testo

Stefano Brinchi, ingegnere civile, Presidente e AD Roma Servizi per la Mobilità, esperto di trasporto pubblico;
Giuseppe Attardi, professore ordinario all’Università di Pisa, esperto di Intelligenza Artificiale e Cloud;
Silvio Levrero, ingegnere strutturista, esperto collaudatore di ponti e gallerie, strutture in cemento armato e edilizia, progettista, direttore tecnico, responsabile diagnostica e sicurezza;
Nuccio Di Paola, deputato regionale M5S alla Regione Siciliana, esperto di informatica, di infrastrutture e innovazione;
Roberto Ruggiero, ingegnere, funzionario del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, ma anche progettista, direttore dei lavori e collaudatore di opere pubbliche.

Sono orgoglioso di questa squadra straordinaria che raccoglie competenze di assoluta eccellenza e per questo sono certo che il M5S non possa desiderare dei professionisti migliori al servizio del nostro Paese.

Mi candido con Andrea Cioffi nel Team del Futuro Infrastrutture e Trasporti

L'immagine può contenere: 1 personaNegli ultimi sette anni mi sono occupato di infrastrutture e trasporti nella Commissione Trasporti, Poste e Telecomunicazioni della Camera dei deputati. Da ingegnere informatico, mi sono occupato anche di digitale e innovazione in termini di infrastrutture digitali e di telecomunicazioni, ma in questi anni ho studiato ogni provvedimento all’esame della commissione, dalla micro-mobilità elettrica al trasporto ferroviario delle merci, dalle infrastrutture portuali al trasporto pubblico regionale, dal piano nazionale degli aeroporti alla mobilità sostenibile, dal codice della nautica a quello della strada.

Per questo, penso di poter dare il mio contributo di conoscenze e di competenze nel Team Del Futuro del M5S di Andrea Cioffi insieme a Enrico Stefàno e Ilaria Dal Zovo, un Team affiatato che, sono certo, potrà operare molto bene, lavorando a stretto contatto con i portavoce, i meet up, gli attivisti e gli iscritti.

Team del Futuro in Puglia

Buongiorno a tutti,
inizia il tour nei territori e nei meet up del  Team Cioffi per il settore delle Infrastrutture e dei Trasporti del MoVimento 5 Stelle con Andrea Cioffi, Enrico Stefàno e Ilaria Dal Zovo.
Siamo pronti a raccogliere i suggerimenti che arrivano dai cittadini e dal basso per costruire una visione condivisa e per supportare il lavoro dei portavoce, dei meet up, degli attivisti e degli iscritti.

L'immagine può contenere: 4 persone

Cioffi e De Lorenzis incontrano cittadini e attivisti a Lecce
📅 Venerdi 22 novembre
🕧 20:30 – 23:30
📍 Via F. Milizia n. 45, Lecce (presso la sede del Movimento 5 Stelle Lecce)

Cioffi e De Lorenzis incontrano cittadini e attivisti a Bari
📅Sabato 23 novembre
🕧 10:30 – 13:30
📍 Via A. Manzoni n. 243, Bari (presso la sede del MoVimento 5 Stelle Bari)

Partecipate numerosi. Aspettiamo il vostro prezioso contributo costruttivo.

Team del Futuro: una nuova sfida

Cari amici, sostenitori, attivisti, simpatizzanti ed elettori,

stiamo affrontando una fase delicata di quello che reputo un “meraviglioso e innovativo esperimento”, e per affrontare le nuove sfide e costruire una visione per i prossimi anni, il M5S ha avviato un processo per dotarsi di una nuova organizzazione per il coordinamento tematico a livello nazionale, costituita da 12 facilitatori, il Team del Futuro: cittadini che hanno maturato esperienze e competenze in specifiche aree tematiche, ciascuno dei quali sarà coadiuvato da una squadra di 3 portavoce, eletti a livello comunale, regionale e nazionale, e 5 esperti nelle medesime materie.

Sono felice di annunciarvi che ho accolto con entusiasmo l’invito dell’amico e senatore Andrea Cioffi a prendere parte al suo Team Del Futuro per il settore delle Infrastrutture e dei Trasporti insieme ad Enrico Stefàno e ad Ilaria Dal Zovo. Delle persone che conosco piuttosto bene e con le quali ho già avuto modo di collaborare più volte.

Negli ultimi sette anni mi sono occupato di infrastrutture e trasporti nella Commissione Trasporti, Poste e Telecomunicazioni della Camera dei deputati. Da ingegnere informatico, mi sono occupato anche di digitale e innovazione in termini di infrastrutture digitali e di telecomunicazioni, ma in questi anni ho studiato ogni provvedimento all’esame della commissione, dalla micro mobilità elettrica al trasporto ferroviario delle merci, dalle infrastrutture portuali al trasporto pubblico regionale, dal piano nazionale degli aeroporti alla mobilità sostenibile, dal codice della nautica a quello della strada.

Per questo, penso di poter dare il mio contributo di conoscenze e di competenze in questo gruppo affiatato che, sono certo, lavorerà molto bene.

Nei prossimi giorni intendiamo raccogliere i suggerimenti dai territori per costruire una visione condivisa. Lo scopo è quello di incidere maggiormente come M5S e creare migliore sinergia per supportare il lavoro dei portavoce, dei meet up, degli attivisti, degli iscritti, con una organizzazione più strutturata e più partecipata.

Vi ringrazio per il vostro indispensabile sostegno e vi invito a partecipare a questo percorso collettivo: aspettiamo il vostro prezioso contributo costruttivo.

Diego

Dispositivi anti abbandono: pronta modifica per evitare sanzioni

Grazie ad una nostra proposta di modifica al decreto fiscale, prevediamo di posticipare al 1° Giugno 2020 l’applicazione delle sanzioni per chi non abbia già montato a bordo del proprio veicolo il dispositivo anti abbandono per i bambini fino ai 4 anni di età. Infatti, l’obbligo di avere tali dispositivi è entrato in vigore lunedì 7 novembre. Ovviamente, è necessario prevedere un periodo di adeguamento, sia per informare adeguatamente la cittadinanza anche attraverso apposite campagne d’informazione e iniziative mirate a raggiungere i genitori, sia per consentire ai produttori ed ai distributori di produrre e vendere tali dispositivi sul mercato.

La nostra proposta mira a revocare l’efficacia delle sanzioni, eventualmente comminate fino alla conversione del decreto, e consentire la restituzione dell’importo della multa a coloro che l’avessero già pagata. Ribadiamo che l’obiettivo di questa legge, a mia prima firma e approvata all’unanimità in Parlamento, non è quello di infliggere sanzioni ma quello di evitare che siano messe in pericolo le vite dei bambini a causa della disattenzione involontaria di un genitore. Non a caso, è previsto anche un incentivo di 30 euro per l’acquisto del dispositivo. Per questo, ricordo a coloro che hanno già comprato il dispositivo o lo compreranno nelle prossime settimane di conservare lo scontrino fiscale in attesa che venga definita la procedura per usufruire del bonus.

EICMA 2019: innovazione e rinnovamento

L'immagine può contenere: 1 persona, con sorrisoArrivato a Eicma insieme ad una delegazione della Commissione Trasporti della Camera dei deputati.

Si tratta dell’Esposizione Internazionale Ciclo, Motociclo e Accessori, che rappresenta il più importante evento per l’intero settore delle 2 ruote a livello mondiale.

Innovazione e rinnovamento sono le parole chiave che caratterizzano questa 77° edizione.

Per una mobilità sempre più sostenibile…