SS 275 – Incontro con ANCE – Risposta alla lettera appello alla Politica

Share Button

Egregio Presidente,

facendo seguito all’invito rivoltomi per l’incontro indetto presso la CCIAA di Lecce relativo all’ammodernamento della strada statale 275 Maglie-Leuca, sono a comunicare la mia impossibilità a prendervi parte in ragione dei lavori parlamentari che mi impegnano a Roma nella medesima giornata.
Purtroppo, il breve preavviso ha impedito ogni diversa organizzazione, per questo era stato cortesemente chiesto un rinvio dell’incontro – tuttavia disatteso – nell’intendimento di offrire una attiva partecipazione della politica, come l’Associazione stessa aveva auspicato.

Si è infatti ben consapevoli della urgente esigenza di addivenire ad una rapida risoluzione delle problematiche che attengono all’opera in parola: invero, non certo ritardi sono imputabili all’attuale compagine governativa che ha finora offerto elementi fattuali per fare chiarezza sulla soluzione migliore. A confermare la tesi del MoVimento militano le determinazioni sia dell’Autorità nazionale anticorruzione che ha accertato comportamenti non conformi alla normativa e qualificato il progetto definitivo posto a base di gara non più attuale, oltre che sovradimensionato, sia quelle dell’Anas che ha disposto l’annullamento del provvedimento di aggiudicazione già adottato.

Il MoVimento, invero, fin dal più risalente impegno relativo a quest’opera, si è reso sempre partecipe e motore nelle azioni di sollecito.

Finora tuttavia scelte lontane dai bisogni dei cittadini e dalle esigenze dei territori hanno impedito un esito positivo e rapido. Unitamente a ciò anche i contenziosi promossi dalle imprese hanno contribuito ad un allungamento dei tempi.

Tempi che attualmente, sul primo lotto, risultano allineati alle previsioni. Sul secondo lotto, invece, insiste sia l’assenza di positiva sintesi fra le posizioni degli enti locali coinvolti e sia la mancanza di una progettazione definitiva. Il terzo, proposto da Anas, invece, costituisce una ipotesi nuova che smentisce la validità della sola alternativa fra due uniche soluzioni, confermando la possibilità del recupero di parte del tracciato esistente.

Su quest’ultima proposta, sia personalmente sia il MoVimento, si garantisce piena e concreta disponibilità a ragionare e lavorare, scevri da pregiudizi di sorta, ascoltando gli enti coinvolti, i cittadini e i territori, assicurando ogni necessario contributo del fare, con assunzione di responsabilità da parte di tutti i soggetti coinvolti. Individuata la soluzione migliore, ci si adopererà per il reperimento delle necessarie risorse.

Rinnovando ogni più completa disponibilità, si porgono
Distinti saluti

Roma-Lecce, 7 giugno 2019
Diego De Lorenzis

Vice Presidente
Commissione IX “Trasporti, Poste e Telecomunicazioni”
Camera dei deputati

Share Button