Provincia di Lecce contro le trivelle. Propaganda o contrarietà a tutte le energie fossili?

Share Button

convocazione 24 novembre 2014 trivelleI parlamentari leccesi, Buccarella, De Lorenzis, Donno e Lezzi colgono di buon grado l’incontro che si tiene oggi 24 novembre in Provincia di Lecce. Personalmente non potrò partecipare a causa dei lavori d’aula sul “jobs act”. Tuttavia, la sen. Barbara Lezzi, in rappresentanza anche dei sen. Donno e Buccarella, che saranno in regione per discutere della legge elettorale, parteciperà non solo per concertare un percorso condiviso che tuteli il territorio dalle imminenti trivellazioni ma, soprattutto, per ribadire quanto sia preistorica la politica energetica nazionale e per cercare, a tal proposito, un altrettanto impegno condiviso al fine di portare a tutti i livelli anche la battaglia contro TAP e nuovi gasdotti in genere. Ci auguriamo chiarezza e prese di posizione ferme per non incorrere in ipocrisie e mere propagande elettorali, dato che, per esempio, proprio la Provincia presieduta da Gabellone non ha mai espresso contrarietà al gasdotto TAP. Quindi, sicuramente e coerentemente dal M5S un sicuro NO trivelle e gasdotti perché preferiamo reti intelligenti (“smart grid”) che distribuiscano efficientemente energia prodotta in forma diffusa da piccoli impianti domestici rinnovabili (non i grandi impianti che devastano paesaggi e territori), investimenti per efficientamento energetico degli edifici (quel settore che, tra l’altro, per un miliardo di investimento generano 18.000 posti di occupazione), e quelli in ricerca e sviluppo per le tecnologie per immagazzinare energia.

Share Button