Programma nazionale di ricerca: inaccettabili ritardi per le liquidazioni ai beneficiari!

Share Button

Abbiamo denunciato alla Ministra Fedeli i gravi ritardi nella liquidazione dei progetti di ricerca finanziati dal PON ricerca e competitività 2007-2013 che stanno creando una situazione di estremo disagio finanziario agli organi di ricerca che ne dovrebbero beneficiare.

I ritardi sarebbero giustificati sia dalle indagini giudiziarie in corso sulla regolarità dei procedimenti amministrativi precedenti al 2015 sia dall’espletamento delle procedure previste per il riconoscimento degli organismi stessi. Come successo in alcuni casi, c’è il rischio concreto che i provvedimenti utili arrivino molti mesi dopo il fallimento e la chiusura delle aziende di ricerca.

Il portale “Open Coesione” conferma che al 31 agosto 2016 il totale dei pagamenti (1.176.485.552,57 euro) risulta essere meno della metà del totale dell’importo impegnato (2.832.786.959,74 euro).

E’ inaccettabile che il Governo a parole dichiari di sostenere la ricerca creando un ponte diretto con il mondo delle imprese ma nei fatti non sia capace di garantire quello a cui hanno diritto gli enti di ricerca che non godono di alcun sostegno pubblico e trasparente. 

Anche il Centro di Ricerche Europeo di Tecnologie, Design e Materiali, (CETMA di Brindisi), oggi versa in una situazione di estremo disagio finanziario proprio a causa di questi ritardi: è stato costretto a rinviare dei pagamenti di fornitori e degli stipendi dei propri dipendenti, mettendo in grave difficoltà tante famiglie. E altri enti di ricerca beneficiari sono sull’orlo del fallimento o già in liquidazione.

Questi enti sono importanti realtà imprenditoriali e di ricerca, preziosi per il nostro territorio perché coinvolgono in tanti progetti innovativi un elevato numero di piccole e medie imprese! Inoltre questa grave situazione è rischiosa anche per la finanza pubblica nazionale dato che c’è la possibilità che l’Unione europea si riprenda le risorse non utilizzate! Per questo motivo con un’interrogazione ho chiesto risposte concrete ed immediate del Governo per garantire a questi enti di ricerca quanto dovuto velocizzando i tempi per completare le procedure necessarie.

Share Button