Nuovo Codice della strada: licenziato il testo

Share Button

Sono stati mesi intensi di lavoro, di confronto serrato con stakeholder e i gruppi parlamentari e finalmente oggi abbiamo licenziato il testo delle modifiche al codice della strada.

Riporto di seguito alcune delle proposte contenute nel testo che a breve arriverà in aula (appena dopo il parere delle altre commissioni); probabilmente ho dimenticato qualcosa e certamente molti di voi avranno ulteriori suggerimenti, ma non mi sembra affatto poco:

  1. sono istituite le strade scolastiche, cioè l’istituzione di zone a traffico o velocità limitato o aree pedonali nei pressi degli edifici scolastici, almeno negli orari di ingresso e di uscita degli alunni;
  2. sono raddoppiate le sanzioni per chi occupa abusivamente lo stallo di sosta riservato ai disabili;
  3. si obbliga l’adozione delle cinture di sicurezza sugli scuolabus;
  4. sono inasprite le sanzioni per chi non si ferma ai passaggi a livello;
  5. è consentita la circolazione in autostrada e in strade extraurbane principale delle moto elettriche;
  6. è consentita la circolazione in autostrada e in strade extraurbane principale dei motocicli 125 cc purché il conducente sia maggiorenne e in possesso di patente “superiore”;
  7. per la biciclette viene inserita la possibilità di prevedere la “casa avanzata” in prossimità dei semafori e l’obbligo del rispetto di distanza laterale di 1,5 metri dalle bici in fase di sorpasso;
  8. sarà possibile chiedere il duplicato di targhe deteriorate, senza essere costretti a re-immatricolare il veicolo;
  9. viene estesa da 6 mesi ad 1 anno la validità del foglio rosa, così da poter sostenere fino a tre prove di esame per la patente;
  10. viene eliminato il divieto per i neopatentati di guidare veicoli con rapporto tara/potenza basso purché accompagnati da altro conducente “esperto”;
  11. viene consentita, su autorizzazione del Comune, la circolazione delle bici nelle corsie del trasporto pubblico e in doppio senso ciclabile in alcune strade;
  12. sono chiariti i poteri di verifica e accertamento della sosta, previa nomina personale e corso di formazione, attribuiti agli ausiliari della sosta e ai dipendenti delle società di trasporto pubblico, nelle aree di affidamento;
  13. è effettuato entro 20 gg il collaudo dei veicoli adibiti per la guida dei disabili
  14. si modifica la norma sulle revisioni semplificando le procedure (per veicoli merci, per taxi/ncc, per gancio traino e bombole gpl…);
  15. sono consentiti i rimorchi anche per i motoveicoli;
  16. si semplifica l’uso degli stalli di sosta per i veicoli in condivisione pubblica;
  17. viene eliminato l’uso del traino delle carrozze con cavalli per i servizi di piazza;
  18. vengono normati messaggi di sensibilizzazione sociale per il corretto uso degli stalli di sosta riservati a disabili e alle donne in dolce attesa e neomamme;
  19. si attribuisce responsabilità ai conducenti delle auto e di moto e ciclomotori per i trasportati relativamente all’uso delle cinture e del casco, rispettivamente;
  20. è consentito l’uso di targhe speciali per le competizioni sportive;
  21. si regolamenta l’uso della pubblicità nelle rotatorie;
  22. si limita l’ingresso delle auto elettriche nelle ztl limitatamente a quelle istituite per finalità ambientali;
  23. sono inserite le definizioni delle strade a basso traffico;
  24. si elimina il divieto di usare bici elettriche azionate fino a 6km/h da un pulsante;
  25. si definisce meglio la responsabilità per la sistemazione delle bici sul portabici anteriore a sbalzo degli autobus;
  26. viene diminuita la sanzione minima in caso di perdita del ricorso al prefetto (dal doppio ad una volta e mezzo il valore inferiore della multa);
  27. viene favorita la compravendita dei piccoli veicoli agricoli anche per chi è privo di partita iva;
  28. è eliminato l’obbligo di esibire patente e libretto e altra documentazione verificabile in via telematica;
  29. viene semplificato l’obbligo di fornire i dati del conducente in caso in cui la violazione sia commessa dal proprietario
  30. vengono rese più stringenti le norme per il trasporto eccezionale.

Ovviamente ci sono un paio di misure che personalmente non condivido (l’obbligo dell’uso del casco per i minori di 12 anni e la necessità del preavviso di notifica per le violazioni della sosta) però tutto sommato mi sembra un bel cambiamento!

Ringrazio tutti i colleghi M5S della mia commissione e le tante persone incontrate in questi mesi per i suggerimenti e le critiche anche feroci ma serie e motivate sul provvedimento.

Share Button