Elezioni 2018: Grande risultato del M5S

Share Button

È senza dubbio un risultato grandioso per il M5S e i complimenti che oggi tanti mi(ci) fanno sono da rivolgere in primis agli attivisti e ai cittadini italiani perché sono loro i responsabili di questa rivoluzione.

Bisogna anche evidenziare (i mass media e i commentatori politici non lo faranno mai) che questo risultato è stato possibile:
– senza finanziamento pubblico ai partiti ma solo con microdonazioni;
– senza cene elettorali e aquisto di spazi su giornali e tv;
– senza candidare “big”;
– senza liste a supporto;
– senza votare una legge elettorale che potesse favorirci;
– senza accettare in 5 leggi di bilancio/stabilità mance e bonus da ripartire sul territorio;
– senza avere il governo di alcuna regione;
– senza aver mai avuto incarichi di Governo;
– senza pagare mai i rappresentanti di lista;
– senza promettere mai posti di lavoro;
– senza candidare persone che non hanno la residenza nel proprio collegio;
– senza candidare persone con altri incarichi elettivi;
– senza pluricandidature;
– senza candidare persone con più di due mandati;
– senza paracaduti preventivi ai candidati degli uninominali;

Devo però rilevare che gli italiani hanno anche la responsabilità di aver dato fiducia alla Lega che prende anche il 7% in Puglia e in altre Regioni (parliamo di quel partito i cui ministri bruciavano la bandiera italiana, non solo che insultava il sud e che fa eleggere Bossi, colui che sprecava i nostri soldi), all’on. Boschi che viene eletta a Bolzano, al partito del condannato per frode fiscale e finanziatore di Cosa Nostra che prende ancora il voto di tanti italiani soprattutto al nord italia,… questo vuol dire che il percorso culturale è ancora molto lungo!

Share Button