Discarica Parachianca: contrari ad una discarica di rifiuti speciali.

Share Button

Sulla nuova proposta per il M5S rimangono i motivi di contrarietà già avanzati. Innanzitutto, Lecce e il Salento hanno necessità di discariche di rifiuti urbani, e non speciali, per tamponare la finta emergenza sui rifiuti: tale crisi non avrà mai fine se i Comuni non implementano una raccolte differenziate spinta che superi il 90% come accade in alcune amministrazioni virtuose. Costruire una discarica di rifiuti speciali giustificandola con l’emergenza rifiuti, è una infima speculazione sui problemi dei cittadini.

Inoltre, a differenza di quella per rifiuti urbani, che è al servizio del territorio, una discarica di rifiuti speciali può ricevere rifiuti di ogni tipo e da ogni parte d’Italia. Pertanto, questo conferma che la società è solo interessata al profitto derivante dal conferimento di qualsiasi rifiuto proveniente da ogni angolo d’Italia e induce i Comuni a non migliorare il servizio di raccolta differenziata.

In ultimo, se la proprietà delle discariche fosse pubblica i cittadini contribuenti avrebbero la garanzia di bassi costi dello smaltimento e di una gestione improntata alla pubblica utilità e non al mero profitto magari con l’ombra della criminalità organizzata. Abbiamo moltissimi esempi di come la gestione delle discariche di rifiuti speciali gestite da privati segua solo logiche economiche contrarie alla volontà dei cittadini e al buon senso: le discariche della provincia di Taranto ne sono la dimostrazione evidente. Spero che gli amministratori locali approfondiscano e non restino affascinati da chi per interesse particolare avanza proposte che ingigantiscano i problemi o ne rimandano la reale soluzione.

Share Button