Cybersecurity, M5S: garantire sicurezza nazionale nel rispetto degli operatori

Share Button

L'immagine può contenere: testoMigliorare le difese informatiche del Paese davanti a minacce sempre più innovative e aggressive è l’obiettivo del decreto sulla sicurezza cibernetica che prevede l’istituzione di un perimetro di sicurezza nazionale, misure ad hoc e poteri speciali per garantire la sicurezza delle strutture informatiche e tecnologiche di interesse nazionale.

Tra le infrastrutture digitali coinvolte c’è la rete 5 G: il Governo potrà applicare i poteri speciali della golden power sulle reti 5G per assicurare lo sviluppo di tale tecnologia in un ambiente sicuro ed esente da vulnerabilità, e minimizzare così i rischi di un attacco cibernetico. Al tempo stesso, abbiamo ritenuto necessario supportare gli operatori del settore, con i quali abbiamo interloquito in questi mesi. Infatti, grazie ad un emendamento presentato dal MoVimento 5 Stelle, veniamo incontro alle aziende acquirenti o titolari di contratti già in essere: in caso di presenza di fattori di rischio per le infrastrutture nazionali e, di conseguenza, di vulnerabilità dei dati che vi transitano, stabiliamo tempi certi e più rapidi per l’adozione di specifiche prescrizioni o condizioni, dalle verifiche tecniche all’eventuale sostituzione di apparati inadeguati, fino alla definitiva risoluzione della crisi.

Share Button