Untitled

Il radon è un gas radioattivo naturale, incolore e inodore ed è generato dal decadimento del radio, cioè dal processo per cui una sostanza radioattiva si trasforma spontaneamente in un’altra sostanza, emettendo radiazioni. Recenti notizie stampa hanno confermato la presenza di radon all’interno di alcuni edifici scolastici nel Salento. In merito ho presentato una interrogazione parlamentare.

Sono ormai diversi anni che il problema del radon nelle scuole del Salento è noto, ma ciò che forse non si conosce è che la direttiva europera Euratom n.59/2013, che fissa le norme fondamentali di sicurezza relative alla protezione sanitaria delle persone contro i pericoli derivanti dalle radiazioni ionizzanti, ha dei limiti molto più bassi dell’attuale normativa italiana perché tale direttiva non è stata ancora recepita nel nostro Paese.

Negli studi condotti che prendono a riferimento centinaia di scuole salentine è stata rilevata una concentrazione media di radon molto superiore al valore medio regionale e inoltre in 12 scuole sono stati rilevati valori superiori a 500 Bq per metro cubo, 4 scuole con valori compresi tra 400 e 500 e per le 16 scuole valori inferiori a 400 Bq quando la direttiva Euratom n.59/2013 pone il limite a 300 Bq mentre la normativa italiana pone il livello d’azione a 500 Bq per metro quadrato.mappa radon puglia

Una situazione che non può essere tollerata oltre, per questo ho presentato interrogazione al Ministro della Salute Beatrice Lorenzin e al Ministro dell’Istruzione Stefania Giannini chiedendo se siano a conoscenza dei fatti e quali iniziative intendano adottare per risolvere le criticità  dovute alla presenza di radon superiore ai valori soglia stabiliti dalla direttiva 59/2013/Euratom. Il fatto che la normativa italiana sia molto più permissiva rispetto le norme europee – conclude il portavoce del M5S, Diego De Lorenzis – non può esimere i Ministri dall’intervenire immediatamente quando è in gioco la salute dei bambini.

La bicicletta incontra Lecce: le proposte FIAB per la mobilità urbana

 Si terrà nell’ Open Space del Comune di Lecce in Piazza S.Oronzo, a partire dalle ore 17.00 del 1 Febbraio 2016, il workshop dal titolo “La bicicletta incontra Lecce: le proposte FIAB per la mobilità urbana”.
evento-04-08-15-FIAB-LECCE3Favorire in ambito urbano l’utilizzo del trasporto pubblico e dei mezzi ambientalmente sostenibili, educare la popolazione ad un sistema di intermodalità, difendere le nostre città dal traffico e dall’inquinamento atmosferico, garantire ai cittadini un ambiente salubre, migliorare la qualità e lo stile di vita sempre più auto-centrico, riappropriarsi degli spazi urbani, ridurre l’uso dell’automobile migliorando la mobilità, creare le condizioni per l’uso più diffuso e più sicuro della bicicletta: sono priorità e problematiche oggetto di ampio dibattito, che vedono coinvolti le amministrazioni comunali e i cittadini.
logo3_fiabSu questi argomenti, l’associazione FIAB Lecce Cicloamici, in collaborazione con gli Assessorati (Traffico e Mobilità, Pubblica Istruzione e Lavori Pubblici) del Comune di Lecce, ha organizzato un confronto tra amministratori, tecnici, associazioni e cittadini con lo scopo di analizzare queste importanti tematiche e trovare soluzioni adeguate.
L’importante evento si incentrerà sulla mobilità urbana, a partire da quella dedicata ai bambini e ragazzi nel percorso casa-scuola al bike to school e bike to work; dai recenti interventi legislativi (infortunio in itinere, nuovo codice della strada) agli interventi comunali e comunitari per migliorare la mobilità sostenibile.
 
PROGRAMMA:
 
Saluti: Giuliana Rollo (Presidente FIAB Lecce Cicloamici)
Sindaco Dott. Paolo Perrone
Sindaco dei Ragazzi Marina Romano
 
Intervengono:
 
Giulietta Pagliaccio (Presidente Nazionale FIAB – Federazione Italiana Amici della Bicicletta) – Come cambiare la mobilità urbana;
Giuseppe Dimunno (Coordinatore Apulo-lucano FIAB) – La presenza della FIAB sul territorio pugliese;
Diego De Lorenzis (Parlamentare, membro della IX Commissione Trasporti) – Novità legislative: infortunio in itinere, modifiche codice della strada;
Gaetano Messuti (Vice Sindaco e Assessore ai Lavori Pubblici) – Realtà urbana cittadina e piste ciclabili;
Nunzia Brandi (Assessore alla Pubblica Istruzione) – La città a misura di Bambino;
Luca Pasqualini (Assessore al Traffico e Mobilità) – Interventi comunali per migliorare la mobilità urbana sostenibile;
Paolo Foresio (Consigliere comunale) – I fondi europei per le città virtuose;
Gianni Tommasi (Forum “la salute in tutte le politiche”) – Per una città sana: verso un progetto di mobilità sostenibile.
 
Conclude: Giulietta Pagliaccio (Presidente Nazionale FIAB Onlus)
Modera: Paola Elia (Vice presidente FIAB Lecce Cicloamici)
 
A conclusione della due giorni dedicata alla bicicletta, martedì 2 febbraio si svolgerà la cerimonia di premiazione della Scuola Primaria “A.Diaz” che si è qualificata tra le dieci finaliste del Concorso Fotografico Bimbimbici FIAB 2015, risultando tra le 10 scuole eccellenti d’Italia.
La premiazione si svolgerà martedì 2 febbraio alle ore 10.30 presso l’Istituto Scolastico in via E.Reale 59, alla presenza della Dirigente, delle insegnanti, degli alunni, della Presidente Nazionale FIAB Onlus, del Coordinatore FIAB di Puglia e Basilicata, dell’Assessore al Traffico e Mobilità e dell’Assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Lecce.

Aeroporto di Firenze: denunciamo progetto poco chiaro e danno erariale!

unesco-firenze-m5s-thumb-534x271-54447Il nuovo aereoporto di Firenze è un progetto, non solo insostenibile dal punto di vista ambientale, ma comporta costi in costante lievitazione e non meglio specificati. Un’operazione sottoposta alla valutazione di impatto ambientale e che comprometterà l’ecosistema dell’aerea. Cui prodest?

Ne parleremo venerdì 4 dicembre alle ore 10.00 a Firenze, Sala Gonfalone Viale Cavour 2, durante la quale presenteremo un dossier di denuncia con atti di diffida e un esposto alla Corte dei Conti.

02e63dc6cdcc179535b5a567cde107f3Interverranno: Luigi Di Maio, M5S, vicepresidente della Camera dei Deputati, Diego De Lorenzis, commissione Trasporti alla Camera, Giacomo Giannarelli consigliere regionale, Silvia Noferi consigliera comunale, Gianfranco Ciulli, coordinamento Comitati per la salvaguardia della piana, Paolo Baldeschi dell’Universita di Firenze.