L’avatar di Carlo De Benedetti

images (1)
Siamo andati alle consultazioni con il nuovo imbonitore del PD: l’incaricato da Napolitano di formare un nuovo governo (a proposito perché Napolitano può dare l’incarico al sindaco assenteista Renzie che non è stato eletto in Parlamento, mentre a noi all’inizio della legislatura ha detto che questa opzione non era praticabile, un governo A cinque stelle, dato che eravamo usciti appena da un governo tecnico e dalle elezioni? Viva la coerenza del garante della Costituzione). Siamo andati come hanno chiesto gli iscritti: non siamo andati per ascoltare proposte, chiacchiere, parole e in definitiva bugie; molti di coloro che hanno votato per incontrare Renzie volevano che dicessimo a reti unificate ciò che pensiamo dei partiti e dei poteri che li pilotano e questo abbiamo fatto. Ora, a parte questa soddisfazione personale, dal punto di vista del consenso ma soprattutto della rivoluzione culturale, questo incontro non cambia nulla. Chi vota i partiti senza alcun dubbio, avrà motivi per confermare quello che pensa; chi partecipa nel M5S è ancora più convinto di essere dalla parte della coerenza e dell’onestà.
Chi pensa che dovevamo ascoltare le “proposte di Renzie” ancora non comprende che il governo Renzie c’e’ già in parlamento da mesi: continua la decretazione d’urgenza incostituzionale, continua i favori alle banche, alle assicurazioni, alle fondazioni, ai partiti, ai concessionari del gioco d’azzardo, continua a dare soldi ha chi ha inquinato, a difendere i palazzinari e i cementificatori,… lasciarlo parlare voleva dire ritenere l’interlocutore credibile e ragionevole, cioè scendere al piano dei prestigiatori e dei venditori di pentole e dargli credibilità e legittimità. Queste persone si smascherano in aula con i voti nei fatti, non a parole.

Un paese bike friendly

BicycleFriendlyLA
Oggi a partire dalle 9 alla Camera dei Deputati, sarò relatore con altri deputati in un convegno in cui si discuteranno alcuni interventi per rendere l’Italia un paese più vivibile, soprattutto per chi sceglie la bicicletta come mezzo quotidiano di trasporto. La bicicletta rappresenta in molti casi una scelta virtuosa, ma per una parte sempre crescente della popolazione sta diventando una necessità.
Compito della politica è quella di adeguare il piano normativo per non rendere svantaggioso, anzi favorire, l’uso della bicicletta al pari di quanto già avviene nella maggior parte dei paesi europei.
Un ringraziamento speciale a FIAB (Federazione Italiana Amici della Bicicletta) perché da anni si impegna per diffondere una nuova cultura della mobilità sostenibile anche nel paese dove il numero di automobili per abitante è il più alto d’Europa.
Potete seguire la diretta qui

La farsa del processo al M5S

Tribunale-Penale1

Siamo fieri e orgoglioso delle azioni intraprese in difesa del popolo italiano che mi onoro di rappresentare e ci continueremo a opporre pacificamente, ma con tutta la determinazione necessaria a qualunque provvedimento che comprima o leda i diritti e le libertà degli italiani.

Questa la mia memoria